VISITA GUIDATA A VERONA

19 MAGGIO 2018

VISITA GUIDATA A VERONA CON LA DOTTORESSA ELISABETTA PARENTE

CE91CF6B-C6F6-4232-BAA5-2C01626A147C

Vi proponiamo una visita a una città molto nota, soprattutto per essere stata il set di una vicenda universalmente famosa grazie alle romantiche e tragiche  vicende di Giulietta e Romeo.

Ma Verona offre ben altro e pensiamo che valga la pena di approfondirne la conoscenza concentrando la nostra attenzione sugli altri tesori che questa città custodisce.

Il prossimo 19 maggio  visiteremo la città per ammirare la splendida chiesa di San Zeno e i tesori che contiene, tra cui  la pala opera del Mantegna; il percorso prevede poi la visita della Chiesa di Sant’ Anastasia che ospita l’affresco di Pisanello “San Giorgio e la principessa”  uno degli affreschi più conosciuti del tardo gotico.
Le visite alle due chiese dovranno essere effettuate entrambe  – a causa di eventi liturgici -  nella mattinata.

Il pranzo  – libero – è prevedibile verso le 13.30-14.00.

Nel pomeriggio Una piacevole passeggiata ci consentirà di ammirare  Piazza delle Erbe, Piazza dei Signori, Arche scaligere – Piazza Bra e l’Arena. Prima di riprendere il bus per il rientro entreremo nel cortile del Museo di Castelvecchio per un saluto a Can Grande della Scala.
Il programma potrebbe subire qualche variazione in caso di imprevisti non dipendenti dall’Organizzazione.

Rientro previsto entro le ore 20.00.

Costo 45 €
Partenza: ore 7:30 dal parcheggio Area Cazzaniga. Rientro previsto per le ore 20:00
La quota comprende: guida, bus, spese per ZTL e parcheggi, ingressi nelle chiese.

Massimo 40 partecipanti, con priorità per i soci.

Per prenotazioni ed informazioni rivolgersi alla Proloco di Merate, recandosi in sede negli orari di apertura o telefonando, oppure scrivendo all’email info@prolocomerate.org

Sede: via Roma, 11, Merate
Tel: 0399901323
Mail: info@prolocomerate.org

La sede è aperta martedì e sabato dalle 10.00 alle 12.00 e giovedì dalle 21.00 alle 22.00 esclusi i festivi.

 

4 incontri su “Poemi conviviali” di Giovanni Pascoli

Il prossimo 16 maggio prenderà avvio una serie di quattro incontri affidati al prof. Gian Franco Freguglia che molti di Voi hanno avuto modo di apprezzare nelle precedenti edizioni. Oggetto delle lezioni saranno i Poemi conviviali”  di Giovanni Pascoli che costituiscono una fase molto significativa della produzione poetica di questo autore.  Rispetto alle altre raccolte poetiche, infatti, l’opera sembra assumere una posizione intermedia tra i due momenti della produzione in lingua italiana e quella in lingua latina. Pur non avendo ottenuto un immediato riscontro alla loro pubblicazione nel 1904, oggi la critica riconosce ai Conviviali la peculiare caratteristica di un rapporto del tutto originale con il mito.

Al centro delle letture qui proposte si trovano infatti protagonisti che portano i nomi di uomini ed eroi del mondo antico, ma che, al tempo stesso, vivono una relazione quasi estranea all’antico, una sorta di inquietudine che li dimensiona entro una distanza dalla classicità. Pascoli sembra voler attuare uno scarto rispetto al modello classico, quasi una variazione su temi mitici che, per definizione, dovrebbero essere invariabili.

È in questa “deviazione” dalle narrazioni giunte dai tempi remoti che il narrato poetico di Pascoli, con un approccio del tutto diverso rispetto a quello della tradizione poetica italiana, ripercorre innovando la classicità del mito, giungendo a una sostanziale ridefinizione di esso.

La partecipazione è aperta a tutti; le iscrizioni sono già possibili  e si chiuderanno il 12 maggiop.v.

Visita alla gipsoteca di Giuseppe Mozzanica

vistia gipsoteca mozzanicavistia gipsoteca mozzanica_prezziIl giorno sabato 14 aprile 2018, visita guidata.
Appendice della conferenza dell’11 aprile prossimo, sarà la visita – guidata da un esponente della Fondazione Mozzanica -  alla gipsoteca dello scultore meratese Giuseppe Mozzanica.
Fatta costruire dall’artista nel 1959, la gipsoteca  ospita  i gessi che costituivano il primo passo verso la realizzazione delle sue opere. Sarà anche possibile ammirare le opere  collocate nel   cortiletto, uno spazio all’aperto,  interno al complesso di proprietà della Fondazione,  dove sono esposti alcuni dei bronzi più importanti unitamente ad alcune opere marmoree.Nelle stanze contigue sarà possibile scoprire i segreti di gesso, marmo e bronzo, gli arnesi (compassi, stufe, treppiedi, pedane girevoli, scalpelli e lime auto costruite,…) adoperati in ogni fase della realizzazione dell’opera e cosa si cela all’ interno di un gesso osservando calchi, bozzetti e sezioni di statue.
Si visiterà anche la sezione  pittorica di Mozzanica, con un’ampia selezione di tele che spaziano dai ritratti, ai paesaggi, alle nature morte.
La visita avrà inizio alle 14.30.
Il ritrovo è previsto sul Piazzale della Chiesa di San Giorgio di Pagnano da cui si raggiungerà la gipsoteca distante poche decine di metri. Durata della visita un’ora e 15 minuti.
Il gruppo non potrà superare il numero di 20 partecipanti. In caso di maggiori richieste è   possibile prevedere una seconda visita per le 16.30.
Costo 5 euro. L’importo verrà interamente devoluto alla Fondazione.
Le iscrizioni si ricevono presso la Sede della Pro Loco il martedì e il sabato dalle 10 alle 12 e il giovedì dalle 21 alle 22 e dovranno essere accompagnate dal versamento della quota richiesta.