Chiesa San Dionigi

- scarica la guida -

La chiesetta esistente all’interno di Palazzo Prinetti.

Non vi è memoria della sia fondazione e la sua capienza è per un centinaio di persone.
Fu restaurata agli inizi degli anni 60 dal Prevosto don Franco Longoni.
Alla fine dell’Ottocento, quando il palazzo abbaziale era di proprietà Prinetti, risulta che vi era nella pala dell’altare un bell’affresco del Morazzone raffigurante Mosè.
Vi è l’Ancona dipinta esprimente Gesù deposto dalla Croce.

D’ambo le parti laterali in alto vi sono due Tribune che corrispondono alle stanze interiori del palazzo. Manca la Balaustra, ed ha un sol Altare, ha il suo vaso dell’Acqua Santa, dalla parte dell’Epistola, in fine di detta Chiesa vi è un luogo destinato per la Sacrestia, dove pure vi è il campanile con una sola Campana.